Visite guidate per tutti

...alla scoperta di Milano

VaiColLibro

Visite guidate con libro in omaggio

In collaborazione con la Casa Editrice Meravigli nascono questi itinerari che vogliono essere un doppio invito, quello di leggere la nostra città riscoprendone la storia e le curiosità che l’hanno caratterizzata nei vari periodi ma anche un invito a rileggere parte del tour tra le pagine del libro che viene consegnato al momento dell’iscrizione.

 

CHIARAVALLE, STORIA DI UN’ABBAZIA

Chiaravalle tour 

La sua torre nolare è un faro nella campagna che ancora caratterizza la zona. L’abbazia è un vero gioiello architettonico e decorativo, ricca anche di curiosità e leggende che ci guidano alla riscoperta della storia di Milano, alla quale è legata da ben nove secoli.

 

LUOGHI E STORIE DEL NAVIGLIO GRANDE

Naviglio grande tour

 

Scopriamo insieme il primo canale navigabile d’Europa, le merci che vi si trasportavano, le professioni legate alla sua gestione e le antiche strutture che ancora lo caratterizzano. Lungo le sue sponde cittadine, ripercorriamo la sua storia, inscindibile da quella di Milano.

 

 

IL GIALLO DELLA STRETTA BAGNERA E ALTRI DELITTI

Giallo Bagnera

Condanne a morte, torri maledette e una via che mette i brividi al solo percorrerla. Dall’untoreGian Giacomo Mora al mostro della Stretta Bagnera, dalle colonne di San Lorenzo a via Torino, alla scoperta di una Milano che si tinge di NeroGiallo.

LA SCAPIGLIATURA E LA BOHÈME MILANESE DI PORTA VENEZIA

MILANO SCAPIGLIATA E 5 GIORNATE

La Scapigliatura e la Milano dopo l'Unità d'Italia: una città "in vivace espansione, traprogresso galoppante e latenti piaghe sociali, tra l’avvento dell’elettricità e nostalgici ripiegamenti sentimentali". Ai margini dell'area urbana di allora riscopriamo gli artisti, i letterati e i loro luoghi di ritrovo, da Piazza 5 Giornate a Corso Venezia, un'area non a torto definita la Montmartre milanese.

LA SCAPIGLIATURA E IL PROGRESSO DI MILANO

Scapigliatura giardini pubbLa Scapigliatura e Milano dopo l'Unità d'Italia: una città "in vivace espansione, traprogresso galoppante e latenti piaghe sociali, tra l’avvento dell’elettricità e nostalgici ripiegamenti sentimentali". Riscopriamo gli artisti, i letterati, i loro studi e i luoghi che cambiarono radicalmente proprio alla fine del XIX secolo, da Piazza Beccaria ai Giardini diPorta Venezia, tra esposizioni universali, scioperi e ricerca di tranquillità.

IL TREDESIN DE MARZ E L'ARRIVO DELLA PRIMAVERA

TRADIZIONI milanesi

Un'antica festa legata alla nascita della Cristianesimo a Milano, diventata sinonimo dellaFesta dei Fiori, ci porta a riscoprire miti e leggende della zona intorno a Corso di Porta Romana. Da San Giovanni in Conca a Santa Maria del Paradiso, ripercorreremo i luoghi dove nacquero numerosi miti e tradizioni legati all'acqua e alla rinascita della primavera.

Manzoni e milano tour

Alessandro Manzoni nasce e cresce in una Milano che passa dagli Austriaci a Napoleone e vive i moti risorgimentali scrivendo opere e sentendo dalla sua casa in via del Morone , della quale è recentemente finito il restauro, i frastuoni delle rivolte. Il percorso prevede una riscoperta dei luoghi in cui don Lisander ebbe incontri politici, letterari e amorosi e che ispirarono anche i Promessi Sposi portando l'autore ad osservare la città del XIX secolo immaginando il periodo della dominazione spagnola.

 

 

MILANO MAGICA E STREGATA: IL VERZIERE

MILANO MAGICA TOUR 

Da largo Augusto al Duomo, in un percorso da brividi rievocando leggende, antichi culti e i misteri che riguardano il centro storico di Milano: diavoli, fantasmi, maledizioni, personaggi crudeli, vittime innocenti saranno i protagonisti di un tour magico e stregato.

 

MILANO MAGICA E STREGATA: CORSO DI PORTA ROMANA

Milano magica Missori 

Un tour magico e stregato lungo l’antica direttrice di corso di Porta Romana: da piazza Missori a largo Crocetta santi e diavolileggende e tradizionipentoloni e pozzi ci faranno (ri)scoprire una parte della città e antiche celebrazioni legate al periodo estivo.

 MILANO MAGICA E STREGATA: PORTA TICINESE E DINTORNI

Milano magica e stregata ticinese 

Untori torturati, streghe messe al rogo, immagini sacre e miracolose, ma anche un trasporto merci davvero particolare caratterizzano la zona di Porta Ticinese: (ri)scopriamo insieme questi e altri racconti legati a una Milano davvero magica e stregata.

 

Tra ville e cassine: il canale Martesana

Martesana Cassine de Pomm

Milano, seconda metà del XV secolo: si passa dal governo di Filippo Maria Visconti a quello di Francesco Sforza e il Ducato è interessato da un intenso programma di rinnovamento e grandi opere. Risalgono a questo periodo il canale Martesana ma anche una serie di ville di campagna, alcune delle quali ancora esistenti. Attraversando la zona della Cassina di Pòmm, (ri)scopriamo la Villa Mirabello dove abitò Pigello Portinari, il punto in cui il Naviglio Piccolo sarebbe stato collegato alla città di Milano e le architetture curiose e sperimentali che caratterizzano ancora in parte questa zona della città.

 

IL NAVIGLIO PICCOLO ERA BELLO ANCHE IN CITTÀ

Martesana

Sulle tracce della seconda “Darsena” di Milano e della Martesana, del suo collegamento con la cerchia cittadina, oggi non più visibile: da piazza San Marco a via Melchiorre Gioia, ricostruiremo la storia ingegneristica del canale e il suo tracciato, evidenziando luoghi, professioni, chiese, istituti di carità e fortificazioni del tratto cittadino del Naviglio Piccolo. 

IL CANALE MARTESANA E LA ZONA DI GORLA

 Martesana Gorla

Da luogo di delizia a zona di sviluppo industriale, tristemente nota per il bombardamento del 1944 che uccise alunni e maestre della sua scuola elementare, riscopriamo Gorla tra ville e monasterimonumenti di storia passata e riqualificazioni recenti, lungo il “Naviglio Piccolo”.

 

museo duomo artestoria

Dal lontano 1386 ad oggi il Duomo di Milano ha visto passare tanta parte della storia della città e attraverso i suoi lavori, gli ingegneri e gli artisti che si sono avvicendati ne è nato un simbolo unico per la nostra città. Scopriamone insieme quindi le storie e gli aneddoti che hanno portato la Cattedrale ad essere ammirata da tanti residenti e viaggiatori attraverso le sale del Museo ad essa dedicato.

 

LEONARDO E LA SUA MILANO

Leonardo e Milano tour

La corte di Ludovico il Moro alla fine del XV secolo è ricca di importanti letterati, artisti, ingegneri e matematici. Leonardo da Vinci riceve stimoli per studiare, disegnare, dipingere e sperimentare collaborando con cortigiani, dame e studiosi, contribuendo a rendere la corte e il ducato di Milano particolarmente ammirati per la loro bellezza e modernità. Dal monumento di Leonardo in piazza Scala fino al Castello ripercorriamo le orme di Leonardo a Milano.

cover Leonardo e Milano

Alla fine del Quattrocento Milano è una città moderna, piena di cantieri e grandi commissioni; Ludovico il Moro è un mecenate delle arti e i suoi sostenitori cercano di imitarlo. Leonardo da Vinci vi giunge come simbolo dell’amicizia tra i Medici di Firenze e la famiglia Sforza, studia e perfeziona i suoi studi di anatomia ed ingegneria; si dedica anche all’arte di corte e ad esperimenti, conosce cortigiani, dame e studiosi. Dal Castello a Santa Maria delle Grazie, dai palazzi signorili ai bassifondi della città seguiamo i disegni e le annotazioni di Leonardo a spasso per Milano.

Leonardo artista poliedrico

Ludovico il Moro Leonardo da Vinci, due coetanei che resero grande Milano l’uno come mecenate delle arti, l’altro studiando e ideando sempre qualcosa di nuovo. Passeggiando per il Castello, scopriamo insieme le tracce che rimangono dei radicali cambiamenti alla fine del XV secolo nei Musei Civici e immaginiamo le difese militari, le decorazioni delle sale di rappresentanza, la moda, i costumi e i passatempi dei personaggi della corte

Leonardo e navigli

A Milano Leonardo da Vinci sa che troverà molto interessanti il sistema di canali e il fondamentale impiego dell’acqua anche per le produzioni di metalli e tessuti per cui la città è rinomata. Il suo amore per l’acqua fa sì che Leonardo ammiri e studi dettagliatamente il più famoso dei canali milanesi, il Naviglio Grande ma anche i fossati e i fiumi di cui la città abbonda; accompagnati dai suoi disegni e dalle sue annotazioni scopriamo insieme i Navigli di oggi e le sfide degli ingegneri del passato che portarono Milano all’avanguardia.

Leonardo e le torri

Alla fine del XV secolo Leonardo da Vinci ammira la residenza di Ludovico il Moro proponendo anche migliorie non sempre accettatela. Accompagnati dai disegni e dagli appunti di Leonardo, e grazie alla collaborazione con Opera d’arte visitiamo la Torre del Tesoro, la Torre Falconiera e quella del Carmine lungo il percorso delle Merlate, cercando di immaginare Leonardo immerso nei suoi studi, il Castello come fortezza militare e corte lussuosa e una città che è cambiata nel corso degli anni ma ancora conserva tracce di un luminoso passato. 

 

STENDHAL E I GIARDINI SEGRETI DI MILANO

Stendhal e Milano

Stendhal si innamorò della Milano di inizio ‘800, affascinato dall’architettura, dai meravigliosi cortili, dai panorami che si godevano nelle passeggiate sui bastioni. Sei anni passò in città ma il ricordo che ne conservò lo seguì a tal punto che volle far scrivere sulla sua lapide Qui giace Arrigo BEYLE Milanese. Da Piazza Scala ai Giardini di Porta Venezia, riscopriamo i luoghi frequentati e descritti da Stendhal, i personaggi che ebbe modo di conoscere, i salotti culturali e le zone di passeggio dell’alta società milanese.

 

Milano e castello

Conoscete tutto del Castello Sforzesco? Avete ora la possibilità di scoprirne la parte più nascosta grazie alla collaborazione con Opera d’Arte. Andremo ad esplorare un segreto tunnel militare che corre lungo il fossato: luogo di difesa e di attacco, utilissimo rifugio durante i bombardamenti del 1943 ed oggi molto suggestivo. Si consigliano scarpe comode e una pila.

Beatrice e le altre

La vita di corte e le grandi figure femminili che affiancarono famosi condottieri o ebbero il potere sulla città di Milano dall’età romana al Rinascimento. Da Teodora a Beatrice Regina della Scala, da Bona di Savoia a Beatrice d’Este ripercorreremo la storia del Castello (e quella di Milano) tra intrighi di potere, miti e leggende, moda e costumi, che si intrecciano in un meraviglioso racconto.

Simpliciano tour

Il convento di San Maurizio era uno dei più importanti di Milano, lo è tuttora per la meravigliosa chiesa piena di affreschi del XVI secolo anche se la sua storia risale al VII secolo. Riscopriamone le origini e i luoghi che ancora conservano tracce del suo passato attraversando i chiostri che ospitano il museo Archeologico ed entrando nelle torri: in una scopriremo un antico luogo di fortificazione e di culto, l’altra ci porterà a immaginare lo skyline dell’anticaMediolanum.

Simpliciano storie di una basilica

La Basilica paleocristiana meglio conservata di Milano, suggestiva e monumentale allo stesso tempo. La fondazione forse ad opera di Sant’Ambrogio, la venerazione dei Martiri dell’Anaunia e il loro intervento alla Battaglia di Legnano, rendono la chiesa un luogo di memorie anche politico per la città di Milano. Attraverso i secoli, riscopriamo usi e tradizioni delle architetture, le storie e le leggende legate alla basilica e l’antica storia del quartiere tra BreraCastello e il corso Garibaldi.

San Lorenzo misteri e maledizioni

Alla fine del IV secolo inizia la storia di una basilica tra le più antiche e le più curiose di Milano: tra ricche decorazioni e misteriose iconografie, materiali a volte nascosti e immagini miracolose, scopriamo insieme San Lorenzo Maggiore e le sue cappelle che ripercorrono più di 1600 anni di storia milanese.

Anfiteatro e Porta Ticinese

Un ex monastero e i suoi chiostri accolgono l’Antiquarium “Alda Levi”, un piccolo museo specializzato sulla zona di Porta Ticinese. Attraverso le varie epoche ne seguiremo gli sviluppi, da quartiere dell’Arena romana zona artigianale, da luogo sacro a luogo profano, oggi uno dei più caratteristici della città scoprendo le storie di gladiatori, imperatori e del monumentale Anfiteatro.

Milano Tredesin de marz

Un’antica festa legata alla nascita del Cristianesimo a Milano, diventata sinonimo della Festa dei Fiori, ci porta a riscoprire miti e leggende della zona intorno a Corso di Porta Romana. Dalla cripta di San Giovanni in Conca a Santa Maria del Paradiso, ripercorreremo i luoghi dove nacquero numerosi riti e tradizioni legati all’acqua e alla primavera, riscoprendo così una Milano insolita e suggestiva.

Milano romana

A Milano tutto è meravigliososcriveva Ausonio, insegnante di retorica e viaggiatore, ma così la consideravano anche S. Ambrogio e S. Agostino. Da piazza dei Mercanti attraversiamo insieme il centro della città per riscoprire spettacolichiese e templi ma anche mercati e fortificazioni che fecero grande Milano dal I sec. a.C. al V sec. d.C. così come gli imperatori e i vescovi che la resero famosa e illustre.

 

SAN MAURIZIO: IL MONASTERO E LE ANTICHE TORRI

Torri museo mi archeo

Il convento di San Maurizio era uno dei più importanti di Milano, lo è tuttora per la meravigliosa chiesa piena di affreschi del XVI secolo anche se la sua storia è molto più antica. Riscopriamone le origini e i luoghi che ancora conservano tracce del suo passato, attraversando i chiostri che ospitano il museo Archeologico ed entrando nelle torri: in una scopriremo un antico luogo di fortificazione e di culto, l’altra ci porterà a immaginare loskyline dell’antica Mediolanum.

milano work in progress

Milano è una "città che sale", continua a cambiare aspetto e modifica il suo skyline e i suoi quartieri incessantemente. Milano guarda in alto e noi...guarderemo dall'alto la nostra città, illustrandone la sua storia in verticale (dalla Madonnina del Duomo alla Torre Isozaki) da un punto panoramico d’eccezione: il 39°piano di Palazzo Lombardia

Torri e pinnacoli

Boccioni ritraeva la "città che sale" e i cantieri dell’inizio del XX secolo; noi racconteremo  delle torri e dei campanili ma anche di condomini e palazzi di rappresentanza, che da piazza San Babila a Porta Romana spinsero i Milanesi a stare sempre più col naso all’insù e gli architetti a cimentarsi con nuove sfide, imponendo problemi di statica, bellezza e funzionalità ogni volta diversi.

Expo Milano cambia

Maggio-Ottobre 2015: Milano è nuovamente sede di un'Esposizione Universale. Come già nel 1906, la città si è preparata all’evento riqualificando quartieri e imprimendo loro nuove fisionomie: lo dimostra chiaramente l’area Porta Nuova-Garibaldi, vero e proprio “nuovo centro” cittadino. Scopriamone insieme la storia e il suo sviluppo tra ispirazioni rinascimentali e i nuovi canoni architettonici per il futuro.

Verdi e Scala

Dalla sezione del Museo alla Scala dedicata a Giuseppe Verdi, ripercorriamo i luoghi frequentati dal Maestro e dai protagonisti dell’illustre teatro negli stessi anni in cui l’Italia e Milano combattevano per liberarsi dallo straniero. Salotti culturalicaffè e alberghi  diventarono luoghi di cospirazione ma anche stimoli artistici e culturali che resero Milano e la Scala fondamentali per il Risorgimento.

Museo Teatro Scala

Da chiesa tempio della lirica, il Teatro alla Scala ci accoglie con il suo fantastico museo e le sue meravigliose sale. Nato in seguito ad una rocambolesca avventura, il museo ospita oggetti e dipinti che ci sveleranno storie, litigi, rivalità e rivoluzioni attorno al noto palcoscenico, famosissimo non solo per gli spettacoli ma anche per incontri, veglioni e giochi d’azzardo.

Tramway e Gamba de Legn

All’interno del Padiglione dei Trasporti del museo della scienza e della Tecnologia scopriamo insieme come le invenzioni e le evoluzioni tecnologiche portarono alla creazione del noto mezzo sferragliante di Milano, rievocando antichi mestieri e curiosità di una città che, dalla seconda metà dell’800 si organizzò, meglio di ogni altra, per sviluppare il sistema dei trasporti urbani e interurbani.

Stazione centrale trasporti a milano

Il suo stesso architetto, Ulisse Stacchini, la definìCattedrale del Movimento, per Milano rappresentò un simbolo di monumentalità e progresso, una sintesi di stili diversi che dialogavano con le recenti conquiste tecnologiche. Luogo di (frettoloso) passaggio, merita almeno una volta che ci si soffermi sulla sua storia e le sue caratteristiche anche in relazione al quartiere di rappresentanza industriale che nacque intorno ad essa.

Milano viscontea

Prendendo spunto dall’avvincente romanzo di Luigi Barnaba Frigoli La Vipera e il Diavolo, racconteremo  le vicende che, intorno a piazza del Duomo, sul finire del 1300, videro scontrarsi sempre più accanitamente (è proprio il caso di dirlo!) due potenti signori: Bernabò Visconti e suo nipote Gian Galeazzo. A loro si devono la magnifica cattedrale, imponenti fortificazioni e commissioni artistiche, tutte da riscoprire.

Luoghi e intrighi

Dall’oscura sepoltura di Bernabò Visconti in Sant’Alessandro ai luoghi che hanno visto l’ascesa politica e la sua terribile fama ma anche i palazzi del potere nella Milano del Trecento, in via di trasformazione per i grandi cantieri promossi da parte della Vipera e del Diavolo. Racconteremo le storie della Cà dei Can, di San Giovanni in Conca, del Duomo ma anche dell’origine del Teatro alla Scala.

Prigionieri e maledizioni

Le condanne a morte, le “quaresime” viscontee e le prigioni della città di Milano nel Trecento; i potenti gareggiavano non solo come mecenati delle arti ma anche per la crudeltà e per sotterfugi. Un viaggio nel noir d’altri tempi tra le terre amare, il Castello Sforzesco e alcune delle torri della città usate come prigioni e maledette nel corso dei secoli, intorno alle quali nacquero tradizioni e leggende.

San Maurizio e B Luini

Dopo la caduta del Moro, per tutto il XVI secolo, Milano si appresta a vivere anni tormentati politicamente ma estremamente importanti a livello artistico mantenendo la sua grandezza. La meravigliosa chiesa di San Maurizio al Monastero Maggiore, nota come la Cappella Sistina di Milano, ci rivela la vita delle monache ma anche le botteghe più in vista del tempo, fra cui quella di Bernardino Luini e degli Antegnati.

Milano tram

Anche il fine settimana in tram? Certo, perché Milano è ricca di sorprese e il fine settimana è l’occasione giusta per scoprirle. Nel tempo di validità di un biglietto ATM andremo alla scoperta di quei luoghi che fanno parte del nostro quotidiano e che spesso ignoriamo o trascuriamo…e allora, tutti in carrozza!!!

Linea 1 Milano e la storia

A bordo di un caratteristicotram per fare un percorso andata e ritorno nelle tappe storiche salienti della nostra città, attraversando zone centrali che forse troppo in fretta percorriamo quotidianamente. Racconteremo delle trasformazioni urbanistiche, dei progetti incompiuti, delle sfide architettoniche e delle novità imposte nel XX secolo riscoprendo alcuni monumenti simbolo di Milano.

Linea 2 acqua

Fin dalla fondazione Milano diede importanza all’acqua, tanto che l’ingegneria idraulica rese la città importante punto di riferimento europeo soprattutto tra XIV e XV secolo. Rievocheremo fossati e canalizzazioni, trasporti e cortei signorili, spettacoli e fontane nella Milano “città sull’acqua”, oggi solo parzialmente riconoscibile nella zona dei Navigli.

Linea 3 marmo e formaggio

Antichi commerciartigiani e le professioni legate alle vie d’acqua che resero Milano una città all’avanguardia per soluzioni idriche particolarmente illuminate, tanto da renderla meta di studio per ingegneri del settore. Dal centro cittadino ai Navigli, la storia e l’evoluzione dei quartieri che furono caratterizzati da grandi rivoluzioni urbanistiche ma sempre ancorati alla loro origine.

Linea 23 5 giornate

A bordo di un tram per procedere nella rievocazione delle 5 Giornate di Milano del 1848 e dei moti rivoluzionari del Risorgimento. Riscopriamo insieme la piazza simbolo di quel vittorioso evento e il noto monumento e attraversiamo un quartiere che  tra distruzioni e ricostruzioni racconta attraverso lapidi e targhe una storia che ci fa meglio comprendere la città di oggi. 

Ricevi in anteprima il calendario delle iniziative!

Ultime notizie @VisiteGuidatePerTutti

Copyright ©VisiteGuidatePerTutti 2015. All Rights Reserved.